C'è un problema etico in ambito AI?

L’intelligenza artificiale solleva anche questioni etiche come l’etica dei diritti umani, l’etica dell’informazione e l’etica della responsabilità. Le questioni etiche che sorgono in relazione all’applicazione della tecnologia riguardano lo sviluppo dell’intelligenza artificiale e il miglioramento a beneficio dell’umanità. Oltre al potenziale danno e all’impatto delle tecnologie di intelligenza artificiale sulla nostra privacy, altre preoccupazioni includono il loro status morale e legale (inclusi i diritti morali e legali), le loro possibili azioni morali e la loro pazienza, e le domande riguardanti la loro eventuale identità e persino la loro dignità. . Inoltre, l’IA ha molte preoccupazioni professionali, sociali ed etiche e preoccupazioni nel dominio dei sistemi informativi.

Molti ricercatori sottolineano anche che l’adozione e l’adozione dell’IA può sollevare una serie di questioni etiche, come affrontare gli effetti dei pregiudizi associati agli algoritmi dell’IA. Associata alla trasparenza e alla responsabilità degli algoritmi di ML, l’IA etica è un’altra questione importante che ha attirato l’attenzione dei ricercatori di IA, che sostengono che le decisioni etiche dovrebbero essere un fattore importante nello sviluppo e nell’implementazione dell’IA. La mancanza di trasparenza e responsabilità, così come l’invasione sistematica della privacy delle persone, sono altri esempi che evidenziano le sfide e la necessità di un’IA etica. La crescente complessità e l’ubiquità delle applicazioni di IA hanno sollevato una serie di questioni etiche, comprese le questioni di bias, equità, sicurezza, trasparenza e responsabilità.

Alcuni dei problemi etici che le macchine di IA devono affrontare includono la mancanza di trasparenza, le decisioni parziali, i metodi di supervisione della raccolta dei dati e la privacy degli utenti, e i valori fondamentali come l’equità e i rischi per i diritti umani. L’IA affronta diversi dilemmi etici che sollevano questioni di privacy dei dati, pregiudizi e trasparenza dei dati. Le questioni legali ed etiche che la società deve affrontare a causa dell’intelligenza artificiale (IA) includono la privacy e la sorveglianza, i pregiudizi o la discriminazione, e una questione filosofica di fondo è il ruolo del giudizio umano. L’intelligenza artificiale (AI) sta sollevando una nuova serie di questioni etiche che devono essere identificate e mitigate, poiché le tecnologie AI hanno un enorme potenziale per minacciare le preferenze dei pazienti, la sicurezza e la privacy.

Pertanto, è importante identificare e mitigare i rischi etici durante la progettazione e lo sviluppo dell’IA e su base continuativa dopo il suo utilizzo. I rischi etici dell’introduzione dell’IA, che possono includere minacce alla privacy e alla riservatezza, al consenso informato e all’autonomia del paziente, devono essere ridotti al minimo e bisogna considerare come integrare l’IA nella pratica clinica. L’applicazione dell’IA nella pratica clinica promette di migliorare notevolmente l’assistenza sanitaria, ma solleva anche questioni etiche che ora dobbiamo affrontare. Ci sono problemi etici con l’IA e, come sempre, dobbiamo rimanere vigili su questi temi per assicurarci che l’IA non faccia più male che bene.

Il Machine Intelligence Research Institute ha suggerito che è necessaria una “IA amichevole”, il che significa che il progresso che sta già avvenendo con l’IA dovrebbe includere anche sforzi per rendere l’IA amichevole e umana. Per aiutare a superare questi e altri dilemmi etici, altri paesi stanno sviluppando strategie che assicureranno un sano sviluppo dell’IA benevola per gli esseri umani e gli animali. Mentre la sostituzione di soldati umani con robot AI o la costruzione di armi autonome potrebbe potenzialmente ridurre il rischio di danni da parte del potere statale difensivo, l’AI pone un dilemma etico paragonabile ad una bomba nucleare. L’etica dell’IA e della robotica spesso si concentra su vari tipi di “problemi”, che è una tipica risposta alle nuove tecnologie.

Quattro temi etici sono prevalenti nelle applicazioni di IA sanitaria esaminate in letteratura, tra cui la privacy e la sicurezza dei dati, la fiducia nell’IA, la responsabilità e i pregiudizi. Un articolo che chiarisce gli aspetti etici dell’uso dell’intelligenza artificiale nella sanità pubblica evidenzia l’uso dell’intelligenza artificiale nel monitoraggio ambientale, nella previsione degli incidenti automobilistici, nel rilevamento delle cadute, nell’analisi spaziale e nel rilevamento di focolai di malattie infettive, dove i principali temi etici sono legati alla macchina di elaborazione dei dati. Privacy, bias e modelli di apprendimento Black-Box. Le preoccupazioni espresse includono come l’IA può essere utilizzata per osservare e distribuire contenuti falsi online (chiamati deepfakes quando includono immagini video e audio generati dall’IA alterati), così come i cyberattacchi, le violazioni della privacy dei dati e i bias di reclutamento. , auto a guida autonoma e droni che non richiedono il controllo umano. Alcune delle questioni etiche chiave identificate nel documento includono i pregiudizi dell’IA, la progettazione etica, la privacy dei consumatori, la sicurezza informatica, l’autonomia personale e il benessere e la disoccupazione.

Le proposte per affrontare i pregiudizi hanno incluso la creazione di sistemi di IA che riflettono gli attuali standard etici sanitari e la garanzia di un approccio multidisciplinare e partecipativo allo sviluppo e all’implementazione dell’IA. Bene, è importante che i ricercatori di IA cerchino specificamente di eliminare i pregiudizi nella progettazione e nell’addestramento dei sistemi di IA e nell’ordinamento dei dati. Liberarsi di tutti i pregiudizi nei sistemi di intelligenza artificiale è quasi impossibile a causa dei molti pregiudizi umani esistenti e la costante identificazione di nuovi pregiudizi, la loro minimizzazione può essere l’obiettivo delle aziende. Gli scienziati di IBM Research hanno anche creato un sistema di punteggio indipendente di bias per calcolare l’equità di un sistema di intelligenza artificiale in modo da evitare i disastri di cui sopra in futuro.

Cerca di sviluppare le migliori pratiche dell’industria per far progredire lo sviluppo dell’IA per promuovere “etica, equità e inclusione, trasparenza, privacy e interoperabilità, collaborazione tra esseri umani e sistemi IA, e solidità tecnologica, affidabilità e affidabilità” . La strategia AI ha diversi obiettivi, tra cui la decisione di “garantire un quadro giuridico ed etico appropriato, fondato sui diritti e sui valori fondamentali dell’UE, compresi i principi di privacy e di protezione dei dati personali, così come la trasparenza e la responsabilità”, secondo il suo sito web. . Il progetto IEEE Ethically Aligned Design, v2 mira a “facilitare la discussione pubblica, gli standard e le politiche su come possiamo costruire l’implementazione etica e sociale dei sistemi e delle tecnologie autonome e intelligenti, allineandoli con i valori e i principi etici”. Priorità benessere", dice il sito web del progetto IEEE. Questi sono solo alcuni dei problemi etici che circondano l’IA e abbiamo ancora molta strada da fare prima di poter vantare tecnologie IA etiche e giuste.

Ciao, sono Michele!

Sono molto felice di saperti qui.
Ogni giorno ti raccontiamo qualcosa di nuovo sull'AI e sulle nuove tecnologie. Seguici sui social o iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter!

Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

Ti va di rimanere aggiornatə?

Niente spam, niente pubblicità. Ogni tanto una mail. Tutto qui.
(Ah, ovviamente i tuoi dati non verranno mai ceduti)

Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy