Esiste un'intelligenza artificiale generale (forte)?

Che cos’è l’intelligenza artificiale generale?

Un’intelligenza generale artificiale (AGI) sarebbe una macchina in grado di comprendere il mondo così come qualsiasi essere umano e con la stessa capacità di imparare a svolgere una vasta gamma di compiti.

L’AGI non esiste, ma è apparso nelle storie di fantascienza per più di un secolo ed è stato reso popolare nei tempi moderni da film che conosciamo sicuramente tutti: 2001: Odissea nello spazio.

Le rappresentazioni immaginarie di AGI variano ampiamente, sebbene tendano maggiormente alla visione distopica di macchine intelligenti che sradicano o schiavizzano l’umanità, come si vede in film come The Matrix o The Terminator. In tali storie, AGI è spesso considerato indifferente alla sofferenza umana o addirittura incline alla distruzione dell’umanità.

Al contrario, le fantasie utopiche, come i romanzi sulla civiltà di Iain M Banks' Culture, vedono AGI come custodi benevoli, che gestiscono società egualitarie libere dalla sofferenza, dove gli abitanti possono perseguire le loro passioni e i progressi tecnologici a un ritmo senza fiato.

Non si sa se queste idee somiglierebbero all’AGI del mondo reale poiché non è stato creato nulla del genere o, secondo molti che lavorano nel campo dell’IA, è persino vicino alla creazione.

Cosa potrebbe fare un’intelligenza artificiale generale?

In teoria, un’intelligenza artificiale generale potrebbe svolgere qualsiasi compito potrebbe svolgere un essere umano, e probabilmente molti altri che un essere umano non potrebbe. Per lo meno, un AGI sarebbe in grado di combinare pensiero e ragionamento flessibili e simili a quelli umani con vantaggi computazionali, come il richiamo quasi istantaneo e il crunch di numeri in una frazione di secondo.

L’uso di questa intelligenza per controllare robot abili e mobili almeno quanto una persona si tradurrebbe in una nuova generazione di macchine in grado di svolgere qualsiasi compito umano. Nel tempo queste intelligenze sarebbero in grado di assumere ogni ruolo svolto dagli esseri umani. Inizialmente, gli esseri umani potrebbero essere più economici delle macchine, oppure gli esseri umani che lavorano insieme all’IA potrebbero essere più efficaci dell’IA da soli. Ma l’avvento dell’AGI renderebbe probabilmente obsoleto il lavoro umano.

Porre effettivamente fine al bisogno di lavoro umano avrebbe enormi ramificazioni sociali, con un impatto sia sulla capacità della popolazione di nutrirsi sia sul senso di scopo e sul valore del lavoro che possono portare.

Ancora oggi, il dibattito sull’eventuale impatto sui posti di lavoro dell’IA molto diversa e ristretta attualmente esistente ha portato alcuni a chiedere l’introduzione dell’Universal Basic Income (UBI).

Sotto UBI tutti nella società riceverebbero un pagamento regolare dal governo senza vincoli. L’approccio è divisivo, con alcuni sostenitori che sostengono che fornirebbe una rete di sicurezza universale e ridurrebbe i costi burocratici. Tuttavia, alcuni attivisti contro la povertà hanno prodotto modelli economici che mostrano che un tale schema potrebbe peggiorare la privazione tra i gruppi vulnerabili se sostituisse i sistemi di sicurezza sociale esistenti in Europa.

Al di là dell’impatto sulla coesione sociale, l’avvento dell’intelligenza artificiale generale potrebbe essere molto profondo. La capacità di impiegare un esercito di intelligenze pari agli esseri umani migliori e più brillanti potrebbe aiutare a sviluppare nuove tecnologie e approcci per mitigare problemi intrattabili come il cambiamento climatico. A un livello più banale, tali sistemi potrebbero svolgere le attività quotidiane, dalla chirurgia e la diagnosi medica alla guida di automobili, a un livello costantemente superiore a quello umano, il che complessivamente potrebbe essere un enorme vantaggio in termini di tempo, denaro e vite salvate.

Il rovescio della medaglia è che questa intelligence combinata potrebbe anche avere un effetto profondamente negativo: potenziare la sorveglianza e il controllo delle popolazioni, rafforzare il potere nelle mani di un piccolo gruppo di organizzazioni, sostenere armi spaventose ed eliminare la necessità che i governi si prendano cura della popolazione obsoleta .

Ciao, sono Michele!

Sono molto felice di saperti qui.
Ogni giorno ti raccontiamo qualcosa di nuovo sull'AI e sulle nuove tecnologie. Seguici sui social o iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter!

Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

Ti va di rimanere aggiornatə?

Niente spam, niente pubblicità. Ogni tanto una mail. Tutto qui.
(Ah, ovviamente i tuoi dati non verranno mai ceduti)

Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy