Gli investitori sostengono la startup che mira ad aiutare gli amputati a controllare meglio gli arti protesici

  • Tempo di lettura: 1 minuto

La startup Phantom Neuro Inc. ha ottenuto un nuovo finanziamento di 6 milioni di dollari per sviluppare una tecnologia che consenta agli amputati un controllo più realistico degli arti protesici.

Il sistema di Phantom Neuro è progettato per consentire al cervello del paziente di controllare i movimenti dell’arto protesico. I sensori impiantati comunicano in modalità wireless con un computer o un telefono cellulare, che poi trasmette i segnali alla protesi istruendola a muoversi. Il sistema comprende un software che consente di decodificare i segnali provenienti dai sensori e di trasmetterli alla protesi, ha detto…

Ciao, sono Michele!

Sono molto felice di saperti qui.
Ogni giorno ti raccontiamo qualcosa di nuovo sull'AI e sulle nuove tecnologie. Seguici sui social o iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter!

Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

Ti va di rimanere aggiornatə?

Niente spam, niente pubblicità. Ogni tanto una mail. Tutto qui.
(Ah, ovviamente i tuoi dati non verranno mai ceduti)

Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy